Logo Cerdelta pavimenti e rivestimenti

Eredi di Tradizione e Maestria nel Mondo Lapideo

Dal lontano 1948, ILPA SRL ha segnato il suo percorso nel settore lapideo, non semplicemente come una società, ma come una vera e propria custode dell’arte e della tradizione nella lavorazione di pietre naturali come marmo, granito e agglomerati.

La nostra evoluzione, che ci ha visti trasformarci da produttori di pavimenti in graniglia a leader riconosciuti nel settore, è intrisa di dedizione, innovazione e un incessante impegno verso l’eccellenza.

Trasformiamo Pietre Naturali in Capolavori

La nostra maestria risiede nell’arte di scolpire, modellare e trasformare materie prime pregiate come marmo e granito in veri e propri capolavori.

La lavorazione di questi elementi non è solo un processo per noi, ma una danza meticolosa tra tecnologia avanzata e artigianato tradizionale, assicurando che ogni pezzo che emerge dai nostri laboratori sia un’espressione di lusso, durata e qualità ineguagliabile.

Dalla selezione delle materie prime all’attenta fase di lavorazione, ogni passo è intriso di precisione e passione.

Non Esistono Pietre Buone o Cattive, ma Soltanto Pietre Bene o Male Utilizzate

cit. Gregorio Nieves Aguirre

Nelle nostre esperienze, abbiamo affrontato diverse problematiche relative alle pietre naturali, spesso legate a una conoscenza superficiale dei materiali e delle tecniche di posa. L’importanza di una posa accurata è fondamentale per prevenire difetti e garantire la durabilità delle opere in pietra.

Con dedizione, ci impegniamo in ogni progetto per assicurare che la bellezza e la qualità delle pietre naturali siano preservate e valorizzate nel tempo.

Esplora la Collezione

Ogni grana, ogni venatura, ogni colore nel nostro catalogo è un invito a scoprire mondi sconosciuti e possibilità infinite.

Dalla sofisticata eleganza del nostro marmo, alla robusta bellezza del nostro granito, le nostre pietre naturali parlano la lingua dell’eccellenza e della raffinatezza.

Le nostre collezioni esclusive nascono dall’incrocio tra tecnologia di avanguardia e l’abile manodopera degli artigiani ILPA, creando soluzioni che incarnano un lusso accessibile e mai scontato.

Ti invitiamo a immergerti nella nostra galleria fotografica, dove ogni immagine cattura un attimo di eterna bellezza, offrendo un assaggio delle infinite possibilità che i nostri prodotti possono portare nei tuoi spazi.

Esplora. Sogna. Crea, con ILPA.

Glossario delle pietre e delle lavorazioni

La maestria nell’arte della lavorazione delle pietre riflette un eredità di tempo ed espressione, unendo la robustezza della natura con l’eleganza dell’artigianato:

Le pietre sono materiali arcaici densi di memoria e strettamente legati all’architettura ed alla dimensione abitativa e, per le loro proprietà naturali, sono in grado di nobilitare ogni ambiente.

Questo glossario è stato creato per guidarti attraverso le molteplici tipologie di pietre e delle loro lavorazioni, offrendoti una panoramica chiara e approfondita:

L’arenaria è una roccia sedimentaria formata da granuli di sabbia compressi e cementati insieme.

Presenta una vasta gamma di colori e può avere finiture diverse, dalla levigata alla ruvida.

Apprezzata per la sua versatilità, è spesso scelta per facciate, pavimenti e elementi decorativi, conferendo un tocco naturale ed elegante agli spazi.

L’ardesia è una roccia oggi classificata come metamorfica, anche se fino a poco tempo fa faceva parte del gruppo delle rocce sedimentarie.

Questo mutamento nella classificazione dipende dal fatto che i processi metamorfici che ha subito, sebbene siano di bassa intensità, sono sufficienti a considerarla a pieno titolo metamorfica.

L’ardesia è composta soprattutto da minerali del gruppo delle argille di grana molto fine (limo), anche se nella sua composizione possono esservi molti altri minerali, soprattutto quarzo e mica muscovite.

Non sono però rari anche i minerali accessori come la mica biotite, la clorite e l’ematite.

Altri, come l’apatite, la grafite, il caolino, la magnetite, la tormalina e lo zircone si presentano come minerali accessori secondari , poiché lo fanno solo in piccole quantità.

TIPI DI ARDESIA

In base alla composizione, si distinguono tre principali tipi di ardesia.

  1. L’ardesia micacea è ricca di quarzo e con quantità importanti di mica e silicati di alluminio e magnesio.
  2. L’ardesia argillosa, ricca di silicati, è la più dura e ha tonalità scure; oltre ai silicati contiene quarzo e mica.
  3. L’ardesia di talco, oltre a questo minerale, presenta quarzo e una piccola quantità di silicati di alluminio e di potassio.

Poiché i minerali accessori dell’ardesia sono molto variabili, si possono trovare rocce con tonalità molto diverse.

L’agglomerato di quarzo, spesso noto anche come quarzo ingegnerizzato o quarzo artificiale, è un materiale fabbricato utilizzato prevalentemente in applicazioni per superfici, come top da cucina, pavimenti, e rivestimenti murali.

Questo materiale è popolare per la sua durezza, resistenza, e ampia gamma di design e colori disponibili, rendendolo un’opzione versatile e affidabile per vari ambienti.

Il basalto è una roccia ignea effusiva di origine vulcanica, caratterizzata da una tonalità scura e da una struttura compatta.

È apprezzato per la sua resistenza e durabilità, spesso utilizzato in pavimentazioni esterne, rivestimenti e arredi urbani.

La sua eleganza sobria lo rende perfetto per design moderni e minimalisti.

Roccia di origine magmatica intrusiva a componente principale silicea, ha elevata resistenza all’usura, all’abrasione e alla compressione.

Si presenta con infinite tonalità di colore. Può essere omogeneo, venato o a disegni orientati, grazie alla sua composizione è durevole sia negli ambienti esterni che interni.

Il termine “limestone” si traduce con “calcari” in italiano e si riferisce a una categoria di roccia sedimentaria.

I calcari sono principalmente composti da carbonato di calcio (CaCO3) sotto forma di minerali calcite e aragonite.

Spesso, queste rocce contengono anche fossili e frammenti di organismi marini, come coralli e conchiglie, che si sono depositati nel corso di milioni di anni.

Il marmo è una roccia metamorfica derivante dal calcare, apprezzata per le sue venature uniche e la sua elegante brillantezza.

Da secoli, è simbolo di lusso e raffinatezza, utilizzato in sculture, pavimenti e rivestimenti.

La sua naturale varietà di colori e pattern lo rende ideale per creare ambienti dal fascino atemporale e sofisticato.

L’onice è una varietà di calcedonio, che è un tipo di quarzo. L’onice è conosciuto per le sue striature alterne di colore, che possono includere bianco, nero, marrone, rosso e una varietà di altri colori.

La bellezza distintiva e il pattern unico dell’onice lo rendono una scelta popolare in gioielleria e design d’interni.

Il porfido è una roccia di origine eruttiva. La sua caratteristica è quella di essere l’unica pietra che presenta una superficie naturale di cava molto regolare.

Il porfido è composto prevalentamente di quarzo e feldspato. L’elevata resistenza al carico di rottura a compressione (che aumenta in condizioni di freddo intenso), l’ottima resistenza agli agenti chimici, le notevoli proprietà di attrito, contribuiscono alla sua straordinaria versatilità.

Può essere utilizzato nelle più diverse applicazioni e garantisce sempre risultati ottimi anche nelle architetture più complesse e sofisticate per tutte le pavimentazioni e rivestimenti interni ed esterni.

Da esso se ne ricavano lastrame per pavimento e rivestimento; opus incertum, lastre con lati tranciati, segati e rifilati a macchina, piastrelle a correre, cubetti per pavè, binderi, cordoli e ciottoli.

La quarzite è un tipo di roccia metamorfica composta in netta prevalenza da quarzo. Deriva dallo smantellamento e successivo passaggio metamorfico di quarzoareniti.

Le varietà più incolori, trasparenti e dall’aspetto vitreo sono composte quasi esclusivamente di quarzo.

La tessitura è prevalentemente massiva, ma la presenza di miche può trasformala in scistosa.

Il serpentino è una roccia metamorfica con una distintiva tonalità verde e un aspetto marmorizzato.

È noto per la sua resistenza alla scivolosità, rendendolo ideale per pavimenti e rivestimenti in zone umide.

La sua singolare colorazione e pattern lo rendono una scelta distintiva, portando un tocco di naturalezza e originalità in ogni ambiente.

I travertini sono una forma di calcare depositato da fonti minerali, in particolare dalle acque termali. Sono una roccia sedimentaria che si forma in ambienti acquatici caldi e può essere riconosciuta per la sua texture e colore unici.

La roccia ha tipicamente una superficie porosa e strutturata, spesso con striature o strati visibili, e può variare nel colore da bianco a crema a beige o anche rosso, a seconda delle impurità presenti durante la formazione della roccia.

Attraverso la bocciardatura, la pietra viene percossa con un utensile chiamato “bocciarda”, che crea una superficie uniformemente punteggiata e ruvida.

Questo conferisce alla pietra un carattere antico e vissuto, ideale per ambienti che cercano un tocco storico o tradizionale.

Questa superficie si ottiene con macchine speciali, la palladiana od i tozzetti grezzi vengono fatti girare con acqua e materiali abrasivi finchè si ottiene la finitura desiderata.

I burattati sono particolarmente adatti per la realizzazione di marciapiedi, piazzali e viali esterni.

Essendo poi di natura calcarea, anche nei periodi più caldi non si riscaldano in modo particolare, consentendo di camminare tranquillamente a piedi nudi.

Un pavimento realizzato con la palladiana è l’ideale per una pavimentazione rustica in pietra naturale con il giusto compromesso di bellezza ed economicità.

Sono blocchi di porfido che vengono impiegati come cordoli per marciapiedi o a formazione di aiuole, gradinate o semplicemente a delimitazione di superfici.

Possono essere grezzi e cioè a semplice spacco, ma anche segati oppure con testa a piano di cava e bocciardati.

I cubetti di porfido si ottengono per spaccatura meccanica. Sono classificati in pezzature diverse determinate soprattutto dallo spessore della lastra da cui si ricavano.

La superficie superiore è a piano naturale di cava, senza eccessiva ruvidità in modo da permettere un comodo calpestio.

Vengono impiegati per pavimentare strade e marciapiedi, ingressi pedonali o viali, piazze sottoposte a traffico pesante.

I cubetti sono disponibili nelle misure: cm 4 x 6 – 6 x 8 – 8 x 10 – 10 x 12 – 12 x 14 – 14 x 18

La fiammatura è un processo che sottopone la pietra naturale a una fonte di calore intensa, causando lo sfaldamento superficiale del materiale e conferendo alla pietra un aspetto ruvido e naturale.

Questa lavorazione è ideale per chi desidera una superficie antiscivolo, spesso utilizzata in ambienti esterni come marciapiedi o piazze.

Detto anche “Mosaico” o “Palladiana”, viene impiegato per pavimentazioni ad opera incerta (opus incertum). Servono per pavimentare superfici esterne: cortili, vialetti di giardini, terrazze, ma anche per rivestimenti.

Le singole lastre non subiscono alcuna lavorazione speciale, vengono solo selezionate in spessori e dimensioni. Si distinguono in tipo “normale” , “sottile”, “gigante” e “gigante sottile”.

Le piastrelle possono avere i lati segati o tranciati che si ottengono mediante spacco meccanico e pertanto i bordi non sono regolari.

Le dimensioni variano in spessori da 2 a 5 cm, la larghezza da 10 a 40 cm e la lunghezza è a correre o fissa su richiesta.

Il piano superiore è a piano cava. Possono essere impiegate per pavimentare piazze, marciapiedi, terrazze, ecc..

Vengono usati per pavimentare superfici in forte pendenza poichè presentano una evidente rugosità.

Essi infatti lasciano in vista lo spacco naturale di cava.

Le facce laterali sono a piano naturale in spessori variabili fra i 3 e i 10 cm e vengono messi in opera di coltello, fianco a fianco. Vengono usati anche per rivestimenti di muri.

E’ una lavorazione particolare che ha come risultato finale un effetto straordinario di luci e di ombre. Grazie a macchinari particolari la superficie viene spaccata, come veniva trafitta manualmente dagli scalpelli dagli artigiani che un tempo eseguivano con fatica.

La levigatura rende la superficie della pietra liscia al tatto, eliminando le irregolarità e conferendo un aspetto uniforme.

Questa lavorazione esalta la naturalità della pietra, rendendola perfetta per interni ed esterni, dove si desidera un finish pulito e minimalista.

Attraverso la lucidatura, la pietra naturale raggiunge un alto grado di brillantezza, esaltando colori e venature.

Questa lavorazione riflette la luce in modo uniforme, donando alla superficie un aspetto lussuoso e raffinato, perfetto per quegli ambienti dove l’eleganza è una priorità.

La rigatura è una delle lavorazioni tradizionali delle pietre naturali, che consiste nell’incidere sulla superficie della pietra una serie di sottili righe parallele.

Questa tecnica non solo esalta l’estetica naturale della pietra, ma offre anche una finitura antiscivolo, rendendo la superficie più sicura per pavimenti e rivestimenti esterni.

Se cerchi un look raffinato e allo stesso tempo funzionale, la rigatura potrebbe essere la scelta perfetta per il tuo progetto in pietra naturale.

La sabbiatura è una tecnica che prevede la proiezione di granuli di sabbia sulla superficie della pietra con l’aiuto di aria compressa.

Questo processo conferisce alla pietra un aspetto opaco e leggermente ruvido, ideale per chi desidera una finitura sobria e naturale.

La spazzolatura è una tecnica di finitura che impiega spazzole metalliche o sintetiche per levigare la superficie della pietra, donando un aspetto morbido e leggermente strutturato.

Questa lavorazione accentua la naturale bellezza della pietra, pur mantenendo un tocco di rusticità.